AVVISO  – CORONAVIRUS

AVVISO – CORONAVIRUS

🔴AVVISO. In base alle disposizione del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020:

 
📌Tutti coloro che sono stati a contatto con persone risultate positive e che negli ultimi 15 giorni sono stati nei territori compresi nella zona rossa (Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Novara, Asti e Alessandria, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli) e sono tornati nel territorio comunale di Collelongo sono tenuti a darne comunicazione alla ASL di Avezzano o al medico di famiglia o al Sindaco e a rispettare l’isolamento domiciliare per almeno 15 giorni.
📌Prestare la massima cautela e uscire solo per lo stretto necessario, specialmente se si ha una età superiore ai 65 anni o si hanno patologie croniche.
📌Contattare il proprio medico o i numeri 118 e 1500 se si manifestano sintomi da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37.5°C). NON RECARSI di persona dal proprio medico, Pronto Soccorso, Ospedali ma rimanere nel proprio domicilio limitando al massimo i contatti sociali. Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione per i soggetti sottoposti alla quarantena o positivi al virus.
📌Su tutto il territorio nazionale: sono sospesi gli eventi e manifestazioni di qualsiasi natura, svolti in ogni luogo sia pubblico sia privato; sospese le attività di musei e altri luoghi di cultura, di attività quali pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sospensione dell’attività in caso di violazione.
📌Svolgimento di attività di ristorazione e bar, con obbligo a carico del gestore, di far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. Presso tutti gli altri esercizi commerciali è fortemente raccomandato che il gestore garantisca l’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso con modalità contingentate evitando assembramenti di persone.
📌L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.

⭕️Il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente decreto è punito ai sensi dell’articolo 650 del Codice Penale, come previsto dall’articolo 3, comma 4, del Decreto Legge 23 febbraio 2020, n 6.

Related Posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. http://www.garanteprivacy.it/cookie

Chiudi