CORONAVIRUS – DISPOSIZIONI DEL 10 MARZO 2020 – AUTODICHIARAZIONE

CORONAVIRUS – DISPOSIZIONI DEL 10 MARZO 2020 – AUTODICHIARAZIONE

🔴LEGGERE CON ATTENZIONE🔴

📌Evitare ogni spostamento delle persone, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di necessità o per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso la propria residenza. Evitare gli assembramenti di persone anche in luoghi all’aperto.

📌Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione per i soggetti in quarantena. Chiunque sia stato in contatto con persone risultate positive al coronavirus o in luoghi ad alto rischio contagio deve comunicarlo al proprio medico ed alla ASL e rispettare l’ISOLAMENTO domiciliare.

📌Sospesi tutti gli eventi sportivi, gli allenamenti e qualsiasi tipo di evento culturale, religioso, ecc. Sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere, centri sociali e centri ricreativi. Sono chiusi musei, biblioteche e altri luoghi ed istituti di cultura. Sospese le attività didattico in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado fino al 3 aprile 2020.
Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.

📌Sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle ore 06:00 alle 18:00 con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.

📌Sono consentite le altre attività commerciali a condizione che il gestore garantisca un accesso con modalità contingentate o comunque idonee ad evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, e tali da mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In assenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano quanto detto, le richiamate strutture dovranno essere chiuse.

📌Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita e gli esercizi commerciali all’interno dei centri commerciali. La chiusura non è disposta per farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, il cui gestore è comunque chiamato a garantire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione.

📌UFFICI COMUNALI: [AVVISO]

📌In caso di sintomi influenzali NON RECARSI AL PRONTO SOCCORO O DAL PROPRIO MEDICO ma chiamare il 118 o il 1500 e RESTARE IN CASA.

 

Related Posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori Informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di policy & privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. http://www.garanteprivacy.it/cookie

Chiudi